Sharing

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Follow Us

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutube
REAL LIFE VS SOCIAL LIFE

LIFE STORIES – REAL LIFE VS SOCIAL LIFE

“Chi mi conosce davvero sa come sono fatta/0…” Quante volte abbiamo sentito dire questa frase dai nostri amici o siamo stati noi stessi a pronunciarla? Io veramente miliardi di volte ma non è proprio su questo che vorrei soffermarmi oggi. I social fanno oramai parte della nostra vita e su questo siamo tutti d’accordo no? Postiamo sul web miliardi di contenuti, tra questi anche tante immagini o foto e spesso per questo veniamo giudicati come per ogni cosa nella vita. Il nostro profilo però è davvero l’espressione di ciò che siamo? Spesso chi sembra “ostentare” qualcosa sui social è invece colui che ha maggiore bisogno di comunicare qualcosa al mondo. Ognuno trova il suo modo di farlo e per questo sarà sicuramente soggetto a critiche e/o apprezzamenti ma l’importante è, secondo me, riuscire ad esprimere qualcosa, qualsiasi cosa.

Si tratta di una tematica che mi sta molto a cuore perchè spesso mi sono sentita giudicata per come appaio o apparivo sui social network. Adesso sui social ci stanno davvero tutti e tutti stanno cominciando a capire come la costante presenza su questi utili ed efficaci strumenti di comunicazione possa rappresentare una vera opportunità di lavoro o di crescita in generale. Molti però si ricorderanno quando cinque o sei anni fa creare contenuti per il web non era una cosa così comune, esporsi era un rischio e come tutte le cose “innovative” era soggetta a critiche.

Ho cominciato io davvero in maniera molto spontanea ed immatura, con la sola voglia di condividere una passione. Ho aperto il mio profilo Instagram (@carmelyta) quando ancora su Instagram eravamo in pochissimi, quando non esisteva il termine influencer o instagramers, quando non contava avere 1.000 followers o averne 1 milione, ma questa è un’altra storia. Mi sono sentita giudicata? Assolutamente si!! Ho fatto finta di non sentire però, come in tante altre scelte che ho fatto nella mia vita. Occupandomi inoltre di un ambito come la moda, che da molti è considerato qualcosa di frivolo ed inutile, ho ascoltato molti ed innumerevoli giudizi. Ci sono stati solo questi? Ovviamente no. Alcuni hanno capito, altri hanno cercato di capire, altri ancora non capiranno forse mai.

Dopo i primi timori e le prime timidezze ho capito che il punto cruciale per essere apprezzata era lasciarmi andare, lasciare che la creatività fosse la vera protagonista dei miei profili fregandomene altamente delle critiche. Ancora oggi però chi non mi conosce, o meglio chi mi conosce attraverso i social ha una visione distorta della mia personalità. Questo perchè? Perché viviamo in un mondo in cui chi è amante dell’estetica, della bellezza in generale è associato al concetto di superficialità. Un pò come chi si domanda come sia possibile che una bella donna sia anche intelligente.

Sono amante delle belle foto, sono anche egocentrica (altrimenti non ci sarebbe tutto questo) ma sono sopratutto una persona spontanea e per nulla costruita. Questo post nasce dalla voglia di gridare al mondo che siamo quello che siamo e non quello che voi interpretate dai social, nasce dalla voglia di dirvi che tutti abbiamo un mondo dentro da scoprire.  Mi è capitato spesso di sentirmi dire, dopo mesi di amicizia, “non ti immaginavo per niente così” oppure “mi sembravi una persona costruita”. Giudizi evidentemente che le persone poco attente sono portate a dare dopo aver guardato qualche foto sui social network.

Ora, a parte quando mi piace qualcuno e sembro un ebete, posso dire che “chi mi conosce davvero” sa che sono quella che ride sguaiatamente con le amiche, quella che si alza la mattina alle 7 con le occhiaie fino a terra, quella che esce spettinata e con i calzini spaiati, quella che piange davanti ad un film d’amore, sono una come tante e allo stesso tempo sono una e basta. Questo per dirvi che la normalità e la semplicità non stanno in coloro che non si espongono ma stanno invece in tutti quelli che hanno il coraggio di sottoporsi a critiche ogni giorno. Non giudicate nessuno da una foto “diversa” sui social ma andate sempre oltre, abbiate la curiosità di conoscere sempre tutti, prima di chiudere la porta a qualcuno.

18 Comments

  • Claudia

    aprile 3, 2017 at 8:33 am

    belle parole, anch’io ero giudicata parecchie volte dalle persone che non mi conoscevano bene allora ti capisco. Ma facciamo le cose in migliore dei modi e godiamoci la vita! 🙂
    Un bacio! 🙂

    Rispondi
  • Roberta

    aprile 3, 2017 at 2:49 pm

    Le tue parole mi hanno fatto venire in mente una citazione che mi aveva molto colpito rispetto al brutto vizio di giudicare e mettersi a paragone: “Un fiore non pensa di competere con il fiore accanto, semplicemente fiorisce”…per cui bene cosi, indipendentemente dall’idea che gli altri si possano fare su di te attraverso i social, tu fiorisci! Che mi pare proprio quello che tu stai facendo 😉

    Rispondi
  • Marina

    aprile 3, 2017 at 6:33 pm

    Mi ritrovo moltissimo nelle tue parole. L’essere umano, essendo un essere sociale, ha bisogno di essere accettato ed apprezzato, ed è normale che le critiche non ci piacciono e spesso ci fanno soffrire parecchio. Ma da tempo ormai ho preso la migliore decisione della mia vita – di non dare troppo peso a quello che dicono le persone, a meno che non si tratti di veri amici o di famiglia.

    Rispondi
  • Angela

    aprile 3, 2017 at 7:01 pm

    Concordo in pieno con le tue parole! Col tempo si impara a camminare e giudicare è sempre stato il tipico atteggiamento di chi in realtà invidia fin troppo il lavoro altrui 😉

    Rispondi
  • Flavia

    aprile 3, 2017 at 10:45 pm

    Mi ritrovo molto nelle tue parole… mi sento spesso giudicata per cosa posto su Ig o su fb, se sono spesso in viaggio, se faccio una foto dove indosso qualcosa di costoso o sono in un posto particolarmente bello….
    concordo con una sola parola: invidia.

    Rispondi
  • Donatella

    aprile 4, 2017 at 9:56 am

    questo post è tanto sincero quanto adorabile. Mi è piaciuta tanto l’idea di parlare di vita vera/vita sui social e ti voglio dire una cosa: che tu sia famosa o meno, che tu ti spari 4040 selfie al giorno, o che decida di allontanarti definitivamente dai socials, verrai sempre giudicata dagli altri. Quindi non pensarci e via! per la tua strada, a fare le cose che davvero ti fanno stare bene 🙂 baci!

    Rispondi
  • Maria Felice Romagnolo

    aprile 4, 2017 at 11:29 am

    Mi ritrovo molto nelle tue parole. Anche io ho iniziato tanti anni fa, per passione, mettendoci sempre la mia faccia, in maniera spontanea e genuina, senza sapere nulla di nulla.
    Oggi son tutti dei mostri di bravura, conoscenza, sanno cosa e come fare le cose per avere il massimo del risultato. Tutti estremamente furbi e sul pezzo.
    Ho una personalità molto complessa, le etichette che cercano di appiccicarmi addosso ogni giorno, sono le più svariate, e sempre l’esatto opposto di quello che sono in realtà. Io amo fare e sono tantissime cose. Per molti è più rassicurante catalogare una persona con un solo tratto distintivo, piuttosto che apprezzarne le sfumature. Fortunatamente non sono facilmente influenzabile e resto me stessa indipendentemente dal volere e convenienza altrui 😀

    Rispondi

Lascia un commento